home > > > IL GIORNO DELLA MEMORIA
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
IL GIORNO DELLA MEMORIA
di POPOLARI  30/01/2002


Lunedì 28 Gennaio si è svolto a S. Giorgio di Piano un Consiglio Comunale straordinario per celebrare .....

...il giorno della memoria, ovvero il ricordo del 27 Gennaio 1945, quando le truppe sovietiche aprirono i cancelli del campo di concentramento di Auswitz e liberarono i prigionieri ebrei che erano scampati allo sterminio operato dai nazisti tedeschi.

Il relatore prof. Alberto Preti, docente presso l’Università di Bologna, ha tenuto una dotta lezione di storia, ricordando a tutti le gravi responsabilità di chi questo sterminio ha operato, in nome della razza, e di chi sapendo nulla ha fatto.

Sono seguiti interventi di diversi consiglieri, tutti quanti hanno sottolineato la necessità di ricordare quanto successo e di tramandare alle generazioni future tale memoria, affinché quanto accaduto in quegli anni così terribili non debba accadere mai più.

Unico intervento un po’ fuori dal coro è stato quello del consigliere di Rifondazione Comunista, che non ha resistito alla tentazione di attaccare ed aprire una polemica con il consigliere di Alleanza Nazionale, il quale ,in maniera accorata ed elegante, gli ha risposto per le rime.

Quanto successo in quegli anni, già così lontani, ma non troppo, è stato determinato dall’odio razziale e dalla mente malata di una persona, che si è trovata a guidare una nazione debole, umiliata e desiderosa di riscatto ed in tale clima i germi dell’odio verso il “diverso”, cui attribuire la colpa dei mali della società, hanno trovato terreno fertile, su cui svilupparsi e portare lutti e disperazione.

Anche in tempi recenti abbiamo purtroppo dovuto assistere a persecuzioni verso il “diverso”, diverso per razza, per religione, per il colore della pelle, basta infatti volgere lo sguardo alla vicina Yugoslavia e all’Africa.

Anche in Italia purtroppo ci sono oggi forze politiche, che pure rivestendo responsabilità di Governo, hanno fatto della battaglia al diverso la bandiera per acquisire consensi elettorali, seminando odio e disprezzo.

Più che mai quindi diventa necessario alzare la guardia e celebrare la “Memoria”, affinchè ogni uomo si senta un “fratello” e veda rispettata la propria persona e possa vivere con dignità, altrimenti dovremo aspettarci altri giorni come l’11 Settembre e, Dio non voglia, altri campi di concentramento e sterminio.

Il segretario
Vitali Gabriele



 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.