home > > > Criminali all'opera
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
Criminali all'opera
di WWF   19/03/2002

Avanti >>>>


Negli ultimi mesi nella pianura centrale bolognese è arrivato a livelli pazzeschi il fenomeno dei bocconi avvelenati e dei lacci, già fortemente presenti anche prima, se ne rinvengono ovunque...

In soli quattro comuni nel giro di un mese sono state rinvenute 13 poiane morte a causa dei bocconi avvelenati, quattro nella sola zona ex risaia di Bentivoglio e S. Pietro in Casale.

Nelle vasche dell’ex zuccherificio di Argelato negli ultimi due anni sono state rinvenute una decina di volpi uccise in maniera atroce con bocconi avvelenati o prese al laccio.

Questi sono mezzi non selettivi vietati dalla legge in cui può incappare qualsiasi animale domestico (cani, gatti, ecc.) e non, potenzialmente anche l’uomo.

Tali pratiche raggiungono nelle nostre zone livelli massimi, ma sono ben presenti anche in tutto il resto del territorio provinciale e nazionale.

La morte avviene dopo una lunga e dolorosa agonia, con estrema sofferenza.

I lacci e i bocconi avvelenati vengono messi per un’assurda e vecchia concezione di animale nocivo che non ha nessun valore scientifico e biologico, tale concezione è purtroppo ancora presente in ambienti venatori e rurali, in realtà i predatori hanno un'importante funzione di equilibrio ecologico.

Le volpi, come tutti i predatori, sono molto utili per tenere sotto controllo le popolazioni di numerosi animali.

Gli agricoltori hanno tutto da guadagnare dalla presenza di tale animali, riteniamo che i vantaggi superino di gran lunga gli svantaggi: a fronte di possibili uccisioni di animali da cortile, facilmente evitabili con la recinzione delle aree intorno ai pollai, la volpe, predandoli, evita che vi siano proliferazioni di animali, quali i roditori, ed anche le lepri e i fagiani, che, se presenti in numero eccessivo, causano effettivamente danni alle colture agricole.


 Stampa   Segnala

Avanti >>>>

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.