home > > > Nuovo Codice della Strada di San Giorgio di Piano
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
Nuovo Codice della Strada di San Giorgio di Piano
di Umorista Anonimo  31/03/2003


Alcuni sangiorgesi hanno predisposto una nuova ed originale interpretazione del codice della strada, diamo seguito a queste predisposizioni, valide in tutto il territorio comunale, elaborate in base alle giuste richieste di questi automobilisti, norme che annullano e sostituiscono le precedenti, palesemente inapplicabili ...

Alcuni sangiorgesi hanno predisposto una nuova ed originale interpretazione del codice della strada, diamo seguito a queste predisposizioni, valide in tutto il territorio comunale, elaborate in base alle giuste richieste di questi automobilisti, norme che annullano e sostituiscono le precedenti, palesemente inapplicabili.


1° ) STRISCE PEDONALI. Il pedone che intenda farne uso, deve farne richiesta scritta all’ufficio dei Vigili oppure alla Caserma dei Carabinieri, con almeno tre giorni di anticipo. Le spese del ricovero ospedaliero rimangono comunque a carico del richiedente.


2°) PASSI CARRAI. E’ consentito il parcheggio davanti a quelli degli altri. E severamente proibito il parcheggio delle vetture altrui davanti al proprio.


3°) SOSTA IN SECONDA FILA. Consentita a tutte le vetture, purché azionino le quattro freccie lampeggianti.


4°) CONTROLLI. La presenza dei Vigili, o di una pattuglia di Carabinieri, deve essere segnalata da appositi cartelli posti  almeno cinquecento metri prima, nonché da segnalazioni luminose e sonore sul luogo, onde evitare che l’automobilista sia colto di sorpresa e a tradimento.


5°) PARCHEGGI PER DISABILI. Possono parcheggiarvi le seguenti categorie di automobilisti: quelli che sono andati a comprare le sigarette; quelli che intendono restare “solo un minutino”; quelli che non trovano altri parcheggi liberi; quelli che espongono bene in vista sul cruscotto un Arbre Magique; i portatori dei seguenti Handicap: forfora, piorrea, calvizie, alitosi, sinusite e dispepsia; infine, se resta posto, i disabili.


6°) IL SEMAFORO. Il semaforo sangiorgese possiede i seguenti colori: verde, giallo, giallo molto, quasi rosso, rosso da poco, rosso. E’ consentito attraversare l’incrocio con i primi cinque colori, e se si ha molta fretta anche col sesto.


7°) AVVISATORI ACUSTICI. ( o CLACSON) L’uso del clacson è vietato in paese, tranne in questi casi: per salutare un amico che passa, per avvertire la fidanzata residente al terzo piano che siamo arrivati, per esprimere i propri sentimenti e le proprie opinioni riguardo al comportamento degli altri automobilisti, nelle ore notturne.


8°) PORTICI E MARCIAPIEDI. Sono adibiti ai seguenti usi: posteggio di ciclomotori, scarico di deiezioni di animali domestici. Ogni altro uso è da considerarsi sospetto e socialmente pericoloso.


9°) CONTRAVVENZIONI. La multa elevata da un Vigile urbano può essere rifiutata in questi casi:se il Vigile non ha chiesto “per favore”, se il Vigile “non sa chi sono io”, se il Vigile ha teso un proditorio agguato appostandosi all’angolo della strada e scrutando in modo impertinente il passaggio dei veicoli. Gli ausiliari non possono comminare multe per sosta vietata se il multato se ne accorge in tempo e pronuncia a voce alta le seguenti parole: “ Vieni qui pezzo di m…che ti faccio un c…così”.


10°) PISTE CICLABILI. Sono normalmente adibite al traffico dei ciclomotori, i quali però, onde occuparle per il più breve tempo possibile, devono percorrerle alla massima velocità.


11°) ZONE PEDONALI. Sono considerate tali le strade e piazze dove l’automobilista può parcheggiare la vettura, divenendo così in questo modo un pedone.


12°) SANZIONI. Per tutte le infrazioni non previste dagli articoli di cui sopra la sanzione è costituita dalla frase: “Per questa volta passi, ma la prossima…”, pronunciata dal vigile con il dito indice della mano destra, minacciosamente rivolto verso l’alto.




 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.