home > > > BOCCONI AVVELENATI
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
BOCCONI AVVELENATI
di WWF   23/02/2004


Come ogni anno, dopo che il 31 gennaio è finita la caccia, anche quella con i cani, e dopo ...

Come ogni anno, dopo che il 31 gennaio è finita la caccia, anche quella con
i cani, e dopo che sono state effettuate prima le catture e poi i
ripopolamenti di Lepri e Fagiani, facilmente predabili in quanto immessi in
aree che essi non conoscono ed in alto numero rispetto a quella che sarebbe
la loro naturale presenza in un territorio, compaiono regolarmente e
sistematicamente i bocconi avvelenati; tanto per citare solo alcune
situazioni, nel mese di febbraio sono stati rinvenuti dodici bocconi
avvelenati nell¹Oasi provinciale di protezione della fauna dello
zuccherificio di Argelato, nell¹altra Oasi provinciale di protezione della
fauna dell¹ex risaia, in comune di S. Pietro in Casale vicino al Casone dei
Partigiani, sono state trovate due Poiane e un gatto morto con a fianco
parte dei bocconi avvelenati appena mangiati; altri bocconi avvelenati sono
stati rinvenuti un po¹ ovunque, sempre grazie al grande impegno volontario
delle Guardie Ecologiche.
Dietro una dislocazione dei bocconi avvelenati così puntuale e capillare non
vi può che essere una qualche forma organizzata di intervento, non vi può
che essere anche una rete di omertà e connivenza che copre tali gravissimi
episodi. Con i bocconi avvelenati può morire qualsiasi animale che si nutra
di carne, sia animali domestici come cani e gatti, sia specie selvatiche più
o meno comuni e rare; anche bambini possono inavvertitamente venirne in
contatto e morire.
Esiste purtroppo ancora una concezione di ³animale nocivo² che non ha
nessuna base scientifica e biologica seria, si vedono i predatori come
competitori nei confronti di selvaggina quale Lepri e Fagiani, i predatori
hanno invece un¹importante funzione di equilibrio ambientale perchè limitano
e controllano le altre specie.
Occorre che chi sa parli e denunci i responsabili, occorre fare terra
bruciata intorno a questi ultimi, perchè i bocconi avvelenati oltre che
pericolosi sono del tutto illegali, chi li mette non è altro che un
criminale e come tale va trattato.

WWF PIANURA CENTRALE BOLOGNESE



 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.