home > > > CITTADINENZA ONORARIA A GIANNI MINA'
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
AttivitÓ
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
CITTADINENZA ONORARIA A GIANNI MINA'
di COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO  04/06/2004



Sabato 5 giugno alle ore 10,30 presso la sala consiliare del Municipio

Sabato 5 giugno alle ore 10,30 presso la sala consiliare del Municipio sarÓ conferita la cittadinanza onoraria al dott. Gianni MinÓ, come deliberato nel Consiglio comunale del 26 aprile  u.s.


La proposta di conferimento della cittadinanza onoraria a Gianni MinÓ nasce dall'ammirazione e la considerazione di una lunga carriera di giornalista che si Ŕ snodata in un percorso tra giornalismo sportivo, monografie di personaggi illustri e reportage per la RAI al servizio pubblico.


Nasce come giornalista sportivo, direttore del quotidiano "Tutto Sport" e come collaboratore RAI, dalla quale viene assunto dopo sedici anni di precariato. Seguono venti anni di lavoro e servizi speciali decentrati negli Stati Uniti e nel Sud America. Ha condotto e partecipato a diversi programmi televisivi che hanno nel tempo segnato l'innovazione della comunicazione televisiva.

Le sue trasmissioni gionalistiche che hanno modificato il linguaggio televisivo: TV7, SPRINT, DRIBBLING, AZ, ADEON, L'ALTRA DOMENICA, MIXER, BLITZ e il programma monografico STORIE (RAI2).


E' autore, con Gian Piero Ricci, dell'unica storia del jazz realizzata dalla RAI nel 1970 e di una SToria della boxe come indagine tecnica, sociale e di costume in 14 puntate dal titolo "Facce piene di pigni", sempre per la RAI.


Ha una lunga storia di documentarista, nelle sue opere sono finiti Cassius Clay, Alfaro Sigueiros (muralista messicano), Fidel Castro, Rigoberta Mench¨ (Nobel per la Pace), gli indios del Chiapas, Ray Charles, Robert De Niro, Garcia Marquez, Eduardo De Filippo, Roberto Benigni, Massimo Troisi e tanti altri.


Dieci anni fa viene emarginato dalla RAI, durante la presidenza di Letizia Moratti, ma, se la RAI vuole proporre ritratti di personaggi e campioni di rilievo deve nuovamente attingere alla sua professionalitÓ: ne sono esempio le interviste a Maradona e Pantani, per citare solo le pi¨ recenti.


MinÓ Ŕ stato inoltre collaboratore della pagina della Cultura del Corriere della Sera e di quella Esteri per l'UnitÓ.

Nel 1982 ha vinto il premio S.VINCENT per il Giornalismo Sportivo, consegnato dall'allora Presidente della Repubblica, Sandro Pertini.


E' da anni editore della rivista LATINOAMERICA E TUTTI I SUD DEL MONDO: tiene cosý aperto un canale di informazione per chi non ha voce ed indagando con le migliori menti culturali di quei Paesi gli stati sociali di vita degli stessi.

Infine, con Walter Selles, regista brasiliano, e con Robert Redford ha dato vita al film "I diari della motocicletta" sul giovane Ernesto Guevara, prima che diventasse "IL CHE".


Gianni MinÓ si Ŕ poi misurato come cineasta in un cortometraggio "in viaggio col Che" girato sul set del film "I diari della motocicletta", di recente trasmesso dalla RAI.

 

Tra le tante pubblicazioni si ricordano: "Il racconto di Fidel" (Mondadori), "Fidel" (Sperling & Kupfer), "Un mondo migliore Ŕ possibile" e la rivista "Latinoamerica e tutti i sud del mondo".

 

Da tre anni tiene conferenze nel nostro Comune stimolando il territorio ed i nostri concittadini a confrontarsi con i sud del mondo e con i temi dell'informazione e della comunicazione.



 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.