home > > > Guadagnamo terreno... Avanti!
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
Guadagnamo terreno... Avanti!
di Argomenti On-Line  29/12/2004


di Fabio Govoni

Sono passati tre anni dal congresso del 2001, sembra ieri, ma molte cose sono cambiate  a Roma come a S. Giorgio.

Come ho avuto occasione di scrivere altre volte penso che il nostro Partito abbia fatto una scelta ottima nominando Piero Fassino a Segretario Nazionale: Fassino ha ridato a tutti noi, anche a coloro che si sentivano più demotivati, l'opportunità di misurarsi con una sfida vera: quella di far rinascere i Democratici di Sinistra.

Penso che quella sfida l'abbiamo vinta perchè gli elettori che avevamo perso ci hanno ridato fiducia, sopratutto qui, in  terra "rossa e repubblicana" ed è certamente un motivo di orgoglio per noi, che la politica la facciamo perchè crediamo che sia, prima ditutto, al servizio dei cittadini.

Questo ci differenzia molto dai nostri avversari che, come si può vedere dalle scelte della finanziaria,  sono al servizio di pochi e molto benestanti. Montanelli aveva ragione quando diceva che per capire chi era Berlusconi, bisognava provarlo!

E’ una prova che ci saremmo volentieri risparmiati! Per le  amministrazioni appena entrate in carica si è presentato subito un problema: il decreto tagliaspese approvato a Luglio '04. Con questo provvedimento i comuni sono stati obbligati a non spendere il 10% delle risorse impiegate in beni e incarichi.

Ovvia è la scorrettezza del provvedimento: è intervenuto dopo che le amministrazioni locali avevano fatto i programmi e quindi preso impegni con i cittadini; in più il decreto odora molto di anticostituzionalità, infatti tocca materie di competenza degli enti locali, con un motivo opinabile: salvare la faccia davanti all'Unione Europea, che però continua a nutrire forti dubbi sulla capacità del Governo di amministrare le finanze italiane.

Naturalmente non è ancora finita, perchè la Finanziaria impone limiti stringenti sia alle entrate che alle uscite dei Comuni, ingabbiandoli e costringendoli a non spendere se hanno i soldi e a non poterli reperire se non li hanno. L'effetto finale è, in entrambi i casi, quello di non poter dare risposte ai bisogni dei cittadini. In compenso si continua a dare il bonus per comprare il decoder, soldi buttati se pensiamo che le persone che toccano la soglia della povertà aumentano o che le forze dell'ordine non hanno neanche più i soldi per pagare la benzina alle auto, oppure farvi la ordinaria manutenzione.

Questo Governo vende fumo e litiga con tutti. Persino il presidente di Confindustria ha affermato che non serve abbassare le tasse in un momento come questo, ma servirebbe dare strumenti sia alle categorie economiche e produttive, sia a quelle sociali per riattivare l'economia e dare impulso ai prodotti italiani, che subiscono una forte concorrenza estera. A questo il Governo risponde con una nuova forma di autarchia, mista a razzismo: i dazi doganali! Questi non impediranno certo agli altri di entrare nel nostro mercato, ma stritoleranno la nostra economia rinchiudendola in un recinto. É per questi motivi che all'opposizione di Insieme per S. Giorgio voglio dire che ritengo giusto pensare al nostro piccolo paese e lavorare, anche assieme, per migliorarlo, ma non possiamo dimenticare che nel 2001 loro hanno sostenuto la maggioranza che oggi limita fortemente la capacità degli enti locali di dare i servizi ai cittadini e che cambia leleggi favorendo i pochi e non i tanti. Perciò, avvicinandosi alle elezioni regionali, non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia, ma continuare a lavorare per preparare le campagne elettorali che verranno, con idee e progetti, cosa che abbiamo saputo fare nella tornata elettorale passata e che vale di più di qualsiasi divisione basata sulle formule politiche o nominali, è necessario continuare il percorso cominciato per portarlo a buon fine, sostenendo la candidatura di Prodi e l'Alleanza del Centrosinistra, con tutte le nostre forze e idee, abbiamo guadagnato terreno, bisogna andare avanti!!!



 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.