home > > > IL CONTRATTO CON GLI ITALIANI (ovvero la zappa sui piedi)
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
IL CONTRATTO CON GLI ITALIANI (ovvero la zappa sui piedi)
di Argomenti On-Line  11/12/2005


di Michele Annarelli Sgreteria DS S. Giorgio di P.

Nel 2001, negli studi televisivi della RAI, è stato stipulato davanti al notaio Bruno Vespa un contratto tra La Casa delle Libertà, composta da Forza Italia, Alleanza Nazionale, UDC, Lega Nord e gli Italiani che votando in maggioranza Berlusconi e soci, gli hanno dato mandato di governare l’Italia per i successivi cinque anni.
Il programma contenuto nel contratto è stato rispettato?
Siamo agli sgoccioli di questo mandato fortemente caratterizzato dalla larga maggioranza che hanno avuto alla Camera e al Senato, sopratutto grazie al 61 a zero dei collegi in Sicilia a favore della Casa delle Libertà e il risultato è sotto gli occhi di tutti.
Il vero contenuto del “contratto” si è materializzato nelle Riforme e leggi “AD PERSONAM “ approvate tra loro in modo ricattatorio e contro gli interessi dei cittadini italiani.
L’ UDC ha preteso una nuova legge elettorale che, non essendo stata discussa con l’opposizione, è di per sè anticostituzionale, per non parlare poi dello sgravio fiscale dell’ ICI come regalo alle finanze del Vaticano in cambio di un appoggio politico alle prossime elezioni. Uno sgravio fiscale irresponsabile, considerato il periodo di difficoltà in cui versano operai, pensionati e disoccupati.
Personalmente mi sento offeso come credente e in difficoltà ad accettarlo, in quanto quel mancato introito di milioni di euro sarà a carico di tutti i cittadini italiani che pagano l’ICI.
La Lega Nord ha pattuito la Devolution, una riforma che servirà solo per farsi la campagna elettorale, ma che non andra in vigore perché verrà abrogata dal referendum.
Forza Italia si è regalata la EX CIRIELLI ,che manderà in prescrizione il 40% di reati contestati a mafiosi, usurai,pedofili, corruttori, corrotti, ecc.....
Non contenti, la PAR CONDICIO, il CONFLITTO di INTERESSI, il TFR e il PONTE di MESSINA che insieme alla “ EX CIRIELLI è un “atto dovuto“al 61 a zero in Sicilia.
Alleanza Nazionale ha concesso CONDONI mascherati da CONCORDATI FISCALI e, non soddisfatti, hanno chiesto la PARIFICAZIONE MORALE tra i CADUTI FASCISTI e i PARTIGIANI. Sia chiaro che il rispetto verso i caduti di qualsiasi ideologia non deve mai mancare, però è bene fare un giusto distinguo dai fascisti della REPUBBLICA SOCIALE ITALIANA, che insieme ai nazisti hanno massacrato altri Italiani, e i PARTIGIANI che, rispondendo con le armi, non hanno fatto altro che difendere il suolo italiano dalla dittatura fascista e dall’invasione nazista, una richiesta questa che è una inversione a U rispetto alla svolta di Fiuggi.
Durante tutto il mandato governativo, a turno, tutti hanno minacciato di uscire dal governo e di farlo cadere, se non fosse stata approvata la loro PERSONALE RIFORMA e quando le votazioni delle riforme alla Camera o al Senato erano prese di mira dai “franchi tiratori”,ci ha pensato Berlusconi a dare tutto a tutti. L’importante era tenere in piedi il Governo in modo che le aziende del Premier avessero modo di trarre profitti sempre più ingenti, come i milioni di euro depositati dai lavoratori nel TFR che, liberalizzati dalla Riforma, spera vadano nelle casse delle sue assicurazioni sotto forma di contributi pensionistici. Quando a più riprese gli hanno fatto presente che l’economia italiana va male, lui ribadisce che gli imprenditori non sono capaci di condurre le proprie aziende. Chissà quanti imprenditori avrebbero voluto un governo nazionale a loro!
L’unico miracolo che personalmente riconosco al Premier è quello di essere riuscito a far convivere nella propria coalizione,un partito come Alleanza Nazionale, che si definisce “Patriottico” e la Lega Nord un partito sicuramente “Secessionista”; ma alla fine non ci si meraviglia più di tanto se si pensa che abbiamo Capo del Governo che il 25 Aprile non và ad onorare la memoria dei caduti della guerra di liberazione, offendendo così il sacrificio umano di quelle persone ,morte per quella libertà che oggi noi tutti usufriamo.
Ultimamente la CDL con un risarcimento in denaro alla famiglia Biagi ha, di fatto ammesso, la propria responsabilità nella decisione togliergli la scorta, mettendolo mirino dei terroristi.
Qualsiasi risarcimento, ammissione di responsabilità o gesti come quello delle dimissioni del Ministro Scajola (uscito dalla porta da quel ministero ma entrato dalla finestra di un altro) non potranno mai più far tornare il professor Biagi dalla sua famiglia, e da un punto di vista politico dovrebbero scusarsi con l’attuale Sindaco di Bologna Sergio Cofferati, all’epoca indicato dalla CDL come mandante morale dell’omicidio Biagi. Scuse dovute in quanto l’accusa è continuata per tutta la campagna elettorale a Bologna.
L’ultima Finanziaria, poi, è visibilmente punitiva nei confronti delle Regioni, delle Province e degli Enti Locali, accusati dal Governo di essere enti che sperperano denaro pubblico, dimenticando però che questi erogano servizi essenziali ai cittadini e che contribuiscono al sviluppo del territorio.
Una finanziaria finalizzata nel mettere in difficoltà i bilanci e di conseguenza l’erogazione dei servizi ai cittadini esclusivamente per punire le giunte di centro-sinistra che ormai amministrano il 70% del territorio nazionale.
Senza nessun pudore, nel suo Currìculum Miracolistico, la CDL ha aggiunto la voce “ Italiani Sfrattati”, dopo il 1.000.000 di posti di lavoro, il 1.000.000 di lire a tutti i pensionati sociali, ecco l’ultima trovata di genio: REGALARE una casa a tutti gli sfrattati, l’ennesima mancanza di rispetto nei confronti dell’intelligenza degli Italiani.
Chiaramente è una trovata di propaganda elettorale, che non tiene conto in quale disagio e disperazione possono versare quei cittadini che hanno l’incubo dello sfratto, senza spiegare perchè in questi 4 anni di Governo non hanno neanche accennato ad una politica della casa e senza giustificare il perchè dei tagli e delle riduzioni dei Fondi che il precedente Governo di Centro-Sinistra aveva assegnato per tale politica, mentre ha preferito regalarsi e regalare ai ricchi 500.000 euro ( quasi un Miliardo di lire ).
Qualsiasi promessa farà la CDL, la risposta indiretta l’ha già avuta dalle Primarie dell’Unione, che proprio perchè non istituzionali, ma proposte da un insieme di partiti di Centro-Sinistra, rivestono un’importanza senza precedenti, dove milioni di cittadini hanno fatto la fila per votare in una consultazione nuova e democratica un Leader di coalizione, sottoscrivendo a favore della coalizione.
I cittadini approfittando di questo voto hanno inteso mandare un messaggio che è arrivato a destinazione: questo Governo ha fallito e deve tornarsene a casa con tutti i suoi conflitti di interesse!
Scambiando delle opinioni con gli elettori in fila al seggio delle primarie, ho avuto la netta impressione che essi stessi avevano messo in secondo ordine il voto ideologico, per la primaria necessità di voler essere amministrati in modo onesto e coerente. Per questo avrà una enorme importanza il programma del Centrosinistra.
Chi ha letto questo articolo si sarà accorto che ho speso poco inchiostro per il cognome del Premier mentre ho scritto spesso CDL, questo perchè ritengo che lo scempio fatto ai danni degli Italiani sia da attribuire in ugual misura a tutti i partiti che compongono questa coalizione: Forza Italia, Alleanza Nazionale, UDC e Lega Nord ed è giusto che i cittadini se ne ricordino alle prossime elezioni politiche.
Chiudo con una considerazione da attivista: come si fa ad avere un sereno confronto con gli elettori e a chiedere di credere nei partiti e nella politica se i politici stessi danno l’esempio di malgoverno Governo degli ultimi 5 anni?
E i diritti dei cittadini?



 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.