home > > > UN SEGNALE IMPORTANTE DI UNITA'
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
UN SEGNALE IMPORTANTE DI UNITA'
di Argomenti On-Line  11/12/2005


di Fabio Govoni - segretario ds

Sono passati due mesi da quel 16 ottobre che ha sancito la prima volta delle “Elezioni Primarie del Centrosinistra”.
Diviene quindi importante fare un bilancio politico di quell’esperienza e interrogarsi sul significato della grande affluenza di persone che si sono recate a votare per il leader del Centrosinistra alle elezioni del 2006.
A S. Giorgio di Piano sono andate a votare 1398 persone, a Bentivoglio 943, e il candidato sostenuto dai DS, Romano prodi, ha in entrambi i casi ottenuto il 90% dei consensi.
Perciò le valutazioni che è necessario fare sono di due ordini:
la prima è che tanta gente ha lanciato al Centrosinistra, all’Unione, due messaggi molto chiari, il primo è che la gente è stanca di questo Governo che sta producendo danni senza soluzione di continuità; il secondo e più importante è che gli italiani si aspettano un segnale di UNITA’ dalla nostra coalizione. Questo aspetto è statosottolineato dal fatto che, nonostante la modifica della legge elettorale fosse già incombente in quel momento, tante persone sono andate a votare, anche sopportando lunghe attese al freddo, con una pazienza infinita, viste le numerose difficoltà che ha dovuto affrontare chi era al seggio.
E’ chiaro che nessuno di noi si sarebbe mai aspettato una tale affluenza, perchè era la prima volta dell’esperienza delle primarie in Italia e perchè ogni nuova iniziativa ha sempre un notevole margine di incertezza.
La seconda valutazione da fare è che la scelta dei DS di fare un passo indietro e sostenere Prodi, quale candidato unitario è stata premiata in modo forte e avvalora la scelta fatta al congresso di Roma.
E’ chiaro che la forte affluenza registrata alle Primarie non significa affatto che le elezioni del 2006 sono già vinte, significa però che siamo sulla strada giusta e che le persone ripongono tanta fiducia nel Centrosinistra. Chi è stato al seggio si sarà accorto di quante persone giovani e anziane hanno atteso con pazienza di votare, con quanta tranquillità queste persone hanno deciso di PARTECIPARE per dare forza al progetto dell’Unione e all’importanza di avere candidati condivisi e un programma chiaro con cui presentarsi alle elezioni.
Adesso è compito nostro fare tesoro di questo segnale, di questa partecipazione. Il 2006 si avvicina con rapidità e con lui il prossimo 9 Aprile.
Le elezioni politiche saranno un momento decisivo per la storia dell’Italia: mai come ora si ha l’impressione di avere di fronte dei governanti che disprezzano i cittadini italiani, che se ne fregano dei bisogni e dei problemi della gente, perchè se così non fose, non passerebbero il loro tempo a studiare leggi Finanziarie che creano problemi, invece di risolverli. Forsenon sempre riusciamo a trasmettere gli effetti negativi delle politiche di questo Governo, anche perchè tamponare e risolvere le situazioni difficili per dare un servizio al cittadino e agevolargli al vità è nella migliore storia storia della sinistra italiana, ma non sempre sarà possibileinventarsi qualcosa per aggirare le cattive leggi.
Per questo è NECESSARIO CAMBIARE GOVERNO, per dare nuova speranza all’Italia.



 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.