home > > > UN BUON MOTIVO PER ADERIRE AI DS
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
UN BUON MOTIVO PER ADERIRE AI DS
di Argomenti On-Line  10/03/2006


di Paola Poggi - Tesoriera DS

Penso che questo sia un momento decisivo per la democrazia italiana, il bivio che sarà determinante per il futuro

I valori civili e sociali sono stati violentati dalla strafottenza e dal potere di un manipolo di affaristi e oscuri personaggi che da troppo tempo spadroneggiano in un’Italia ormai piegata da una crisi preoccupante.

Istruzione, giustizia, economia, lavoro, insomma tutti i settori che compongono il tessuto della società civile sono stati manipolati, snaturati, sviliti da un governo che ha perseguito, sin dal suo insediamento, un preciso disegno: indebolire i cardini di uno stato democratico, creando sfiducia nelle sue istituzioni con alla gida i “furbetti del quartierino” che tutto hanno potuto a partire dagli attacchi sistematici alla magistratura e alla Costiutuzione; questa destra anomala ha sistematicamente battuto la strada della deleggitimazione delle istituzioni, facendo posto a diseguaglianze e legittimando il malcostume.

E allora qual è la differenza tra destra e sinistra?

Ad occhi chiusi, stare a sinistra non è andare a braccetto con i mafiosi e con i fascisti, non è fare leggi ad personam per schivare i processi o fare leggi per sdoganare i furbi, per ripristinare una scuola di classe e privilegiare il privato, per bloccare la ricerca in tutti i campi, per dare ai giovani un futuro incerto e agli anziani solo promesse, ai malati lunghe liste d’attesa, per dare sempre meno fondi agli enti locali, per permettere l’evasione fiscale, e la lista sarebbe ancora lunga.

Non è vero che tra destra e sinistra non cambia nulla.

Magari è vero che quando ha potuto contare, anche la sinistra degli errori ne ha fatti: il più grave è stato permettere a questa gentaglia di trascinarci tutti a questo punto.

È per evitare che la cancrena distrugga l’intero corpo, altri cinque anni sarebbero insostenibili, che ognuno di noi deve essere presente con i mezzi che può mettere in campo.

Aderire al nostro partito, innanzi tutto, con il tesseramento, per contare, per partecipare, per sostenerlo anche economicamente, perché più siamo e più contiamo: l’UNIONEE fa la forza.



 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.