home > > > IL DOCUMENTO DEL CENTROSINISTRA SUL BILANCIO DEL COMUNE NEL 2006
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
IL DOCUMENTO DEL CENTROSINISTRA SUL BILANCIO DEL COMUNE NEL 2006
di Argomenti On-Line  16/03/2006


Tavolo Politico del Centrosinistra

Il tavolo del Centrosinistra si è riunito varie volte per discutere e verificare indirizzi e proposte avanzate da forze politiche che sostengono l'Amministrazione Comunale.
A questi incontri hanno di volta in volta partecipato il Sindaco e gli Assessori e sui vari argomenti affrontati, verifiche di programma, nuove proposte si sono trovate positive convergenze .
L'argomento attuale riguarda il bilancio preventivo del Comune per l'anno 2006 e, di conseguenza, la Finanziaria che il Governo ha approvato per l'anno 2006, poiché è una finanziaria recessiva, la quale per volontà politica, risulta punitiva per gli Enti locali ed in particolare per i Comuni.
Essa si può sintetizzare con alcuni argomenti :
a) riduzione della spesa corrente dell'8% rispetto al Bilancio 2004 e divieto di imposizione fiscale da parte degli enti locali;
b) riduzione del costo del personale dell'l% ed a fronte di eventuali sforamenti, sanzioni amministrative, divieti di nuove assunzioni, divieto di contrarre nuovi mutui e contrazione della spesa per acquisizione di beni e servizi.
Tutto ciò crea notevoli difficoltà alla nostra amministrazione e rischia di compromettere gli impegni assunti in campagna elettorale, le spese per le attività Comunali quotidiane e correnti, i lavori di manutenzione ordinaria, opere già finanziate e non ancora realizzate come piste ciclabili o altro.
La situazione sintetizzata, se fossero osservati puntigliosamente i dettami della Finanziaria 2006, rischierebbe di portare la paralisi di tutta una serie di impegni comunali destinati poi ad incidere pesantemente sulla qualità della vita del Paese e dei suoi abitanti
Il tavolo del Centrosinistra esprime a tutt'oggi un giudizio positivo sull'operato dell'Amministrazione Comunale di San Giorgio di Piano in quanto ha mantenuto gli impegni assunti in campagna elettorale, a tale riguardo si ricordano le manutenzioni stradali e del verde pubblico, il completamento del restauro della Porta Capuana, il completamento dell'arredo urbano, il contributo per il rifacimento del campanile della Chiesa Parrocchiale, ma soprattutto l'impegno per l'infanzia concretizzatosi con l'apertura di nuove sezioni della scuola materna e del nido. L’Amministrazione ha avuto attenzione per la cultura e la storia del paese intitolando due strade a cittadini benemeriti, intitolando la Biblioteca Comunale a Luigi Arbizzani e ristampandone il libro “Uomini Lotte e altre cose”, infine, in collaborazione con la locale "Pro Loco" ha allestito varie manifestazioni di cui la più nota è stata quella dedicata a "Giulietta Masina".
E' un' Amministrazione che a tutt'oggi ha risposto ai propri impegni ed ai bisogni del paese. Nonostante ciò molte cose restano da fare: rifacimento di Via Giovanni XXIII, Cimitero di Gherghenzano, piste ciclabi Corte dei Soldati, messa in sicurezza del territorio, con particolare attenzione ai lavori fognari necessari: già eseguiti per Stiatico ed in progetto per Gherghenzano, oltre al consueto sostegno alle attività di volontariato locale.
Tutto ciò richiede dei costi e delle assunzioni di responsabilità politica e amministrativa.
E' certo che attenendosi strettamente alle disposizioni di questo Governo, la maggior parte delle cose in programma difficilmente possono avere una giusta realizzazione ed attenersi è la soluzione più facile.
Ma ad una Amministrazione si chiedono anche atti politici e non solo amministrativi, loro compito è quello di mantenere fede ai propri impegni programmatici. Ciò in considerazione del fatto che rispettare il patto di stabilità imposto dal governo centrale, vuol dire ragionare su ipotesi drastiche ed inaccettabili di riduzione dei servizi, inoltre questo governo attua una politica emergenziale che addirittura riduce gli stanziamenti in corso d'opera, infatti la reiterazione annuale di nuovi e diversi patti di stabilità impedisce di fatto ogni seria programmazione, ciò per il Comune di S. Giorgio di Piano potrebbe significare la non realizzazione di opere che richiedano un impegno pluriennale, come ad esempio la costruzione di un nuovo polo scolastico di cui si comincia ad avvertirne la necessità.
Infine ci auguriamo che quanto prima sia applicabile l’ISEE ad una più vasta categoria di servizi sociali e con la possibilità di una differenziazione maggiore dei vari redditi, per rendere più equo ed aderente ala realtà economica di ogni famiglia il contributo ai servi erogati.
Abbiamo l'opportunità , con le prossime Elezioni Politiche dei giorni 9 e 10 Aprile ,di liberarci di questo Centrodestra che ha malgovernato impoverendo il Paese e creando anche a noi le difficoltà più sopra menzionate.
Crediamo che, in queste circostanze, occorra il coraggio civile di mantenere fede agli impegni programmatici operando tutti, nei propri ambiti, per vincere le prossime Elezioni Politiche affinché noi ed il Paese tutto possiamo riprendere un democratico cammino di sviluppo.





 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.