home > > > 5) PRIMAVERA, BUON TEMPO SI SPERA
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
5) PRIMAVERA, BUON TEMPO SI SPERA
di Santino Zorzino  19/04/2006


Un bel giretto in bici con un finale a rischio.

Dopo un lungo e freddo inverno, a qualcuno è sembrato durare quasi cinque anni, finalmente è arrivata la primavera. Gli amanti di questa stagione sono baldanzosi e hanno festeggiato l'evento nelle piazze d'Italia.
I climatologi però avvertono che siamo in presenza di una fase molto instabile, dove convivono perturbazioni ancora fredde con correnti calde, e lo scontro di queste masse può arrecare più problemi alla salute e danni al nostro disastrato territorio, che quelli già subiti per il rigido inverno.
Io sono fiducioso, e confidando in un clima mite ho cominciato a fare delle brevi escursioni.
L'altro giorno, approfittando della bella giornata, l'amico Geometra mi ha accompagnato in un giro sulla pista ciclabile che affianca la Centese, da Argelato a San Giorgio, un'opera lodevole che andrebbe estesa a tanti altri percorsi, e come già accaduto altre volte, l'escursione è stata piacevole, tranne nel finale, e piena di appunti interessanti.
Siamo partiti da San Giorgio percorrendo le vie Argelato e Selvatico, abbiamo attraversato la strada provinciale e ci siamo immessi sulla pista ciclabile che abbiamo mantenuto fino all'incrocio con via Pasolini.
Qui giunti l'amico Geometra mi ha fatto notare che non era stato predisposto l'attraversamento ciclabile protetto, e neppure quello pedonale che serve per raggiungere la nuova fermata del bus. Infatti , causa il gran traffico, l'alta velocita dei veicoli, e la totale assenza di segnaletica, abbiamo tribolato un bel po' prima di avere via libera.
"Vedi -mi ha detto
- in queste mancanze si manifesta l'eccessivo potere che hanno gli amministratori e i politici che siedono nei vari organi pubblici.
Mi spiego meglio: se tu viaggi senza allacciare le cinture di sicurezza, mettendo a rischio la tua incolumità, vieni giustamente multato, mentre questi funzionari si permettono di pregiudicare la sicurezza di tanti cittadini senza andare incontro a nessuna sanzione. Per essere più esplicito ti porto l'esempio del direttore di una qualsiasi azienda, il quale se non attiva tutti i sistemi di sicurezza previsti dalla legge, incorre in severe ammende, per non dire se accade un infortunio
grave, allora sono guai seri.
Se poi consideri che in strada ci troviamo di fronte anche a ragazzi o anziani, beh, allora questa inadempienza risulta ancora più preoccupante, e puoi essere certo che se malauguratamente si verificasse un incidente, subito dopo verrebbero messi in atto tutti quei dispositivi che prima erano stati trascurati.
Purtroppo manca una corretta cultura del rispetto per la vita".
Dopo un discorso così severo ho tentato di assumere la difesa dei nostri bravi amministratori affermando che sicuramente è previsto un attraversamento in piena regola, ma la risposta:- quando è in gioco la sicurezza o la vita dei cittadini non si può rinviare un intervento, pena la corresponsabilità morale dell'eventuale disgrazia,- non mi ha dato la possibilità di replica.
Ho capito che nei confronti della vita occorre essere veramente responsabili, anche se la legge non impone un comportamento, o se non c'è un organo di controllo che interviene a sanzionare un'inadempienza.
Una volta tornato a casa, mi è poi venuto in mente che avrei potuto rispondere all'amico Geometra che le buone intenzioni dei pubblici funzionari in fatto di attraversamenti stradali sono chiare, esplicite e ben testimoniate da un'opera che desta l'ammirazione dei sangiorgesi e l'invidia dei paesi vicini:


Il ponte del bowling


Se il ponte che collega la Sicilia
è un'opera che desta meraviglia,
il ponte sulla strada provinciale
è un'opera ben più sensazionale.
Geniale è l'intuizione che ha capito
che oggi il volo aereo è preferito:
andare su per aria è conveniente,
si rischia molto meno l'incidente.
Così, per tutelare i sangiorgesi,
non s'è badato ai tanti soldi spesi,
si è costruito un gran bel ponte,
robusto da portare anche un bisonte.
Se Brooklyn vanta il ponte più famoso,
qui al bowling c'è ora il più ingegnoso,
che certo farà scuola nella storia,
 e forse avrà una targa alla memoria.


(Su gentile concessione dell'autore)


Il tempo è scaduto, perciò vi saluto.



 


 


 


 


  




 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.