home > > > Le Cicogne
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
Le Cicogne
di WWF   21/11/2001

Avanti >>>>


A gentile richiesta di Giuseppe Cassanelli, in merito all’avvistamento di una Cicogna bianca tra Argelato e la Trasversale di Pianura, cerchiamo “di spiegare come funzionano le cose e perché le Cicogne sono importanti”.



In questa stagione le Cicogne, in teoria, perlomeno le popolazioni selvatiche, non dovrebbero più esserci. Sono uccelli migratori che partono dall’Europa a fine estate - inizio autunno e, nella stragrande maggioranza, passano l’inverno in Africa, a sud del Sahara.

Però, c’è un però, sono state fatte diverse reintroduzioni di Cicogne bianche in Italia, anche nella nostra regione, a Faenza e a Bando ed Ostellato nel ferrarese. Gli individui nati in cattività e poi liberati perdono di solito la capacità di migrare e passano l’inverno alle nostre latitudini.
Con buone probabilità l’individuo osservato faceva parte di queste ultime Cicogne, non sono però da escludere a priori isolate permanenze di Cicogne selvatiche anche in novembre ed ancora più avanti.

Sulla base di notizie storiche la Cicogna bianca era ancora presente e nidificante in varie regioni italiane fino al XVI secolo ed in particolare a Milano fino al 1570. Dopo di allora la Cicogna bianca, salvo probabili sporadici casi, si è praticamente estinta come nidificante nel nostro paese.

I motivi della scomparsa sono da attribuirsi alla persecuzione diretta da parte dell’uomo, basti pensare che nel XVI secolo esistevano libri di ricette in cui era spiegato come cucinare i pulcini di Cicogna.

Negli ultimi anni, a causa della minore persecuzione, della maggiore protezione ed anche a seguito delle reintroduzioni di Cicogne bianche da parte dell’uomo, effettuate per invogliare gli individui selvatici in migrazione a fermarsi e riprodursi, sono aumentate le nidificazioni, con segnalazioni un po’ in tutta Italia, soprattutto in Piemonte.

Anche nel nostro territorio, in particolare dove vi sono zone con acque (paludi, corsi d’acqua, prati umidi) in cui trova il suo cibo preferito (Anfibi), ma anche in vicini campi arati dove trova Rettili, Micromammiferi, Insetti, Lombrichi, sosta durante le migrazioni.



 Stampa   Segnala

Avanti >>>>

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.