home > > > Richiesta di attività venatoria
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
Richiesta di attività venatoria
di WWF   20/05/2007



La nostra valutazione in merito ad una richiesta di apertura all'attività venatoria...

All’Assessore Provinciale all’Ambiente
All’Assessore Provinciale alla Pianificazione Faunistica
Ai Sindaci e agli Assessori all’Ambiente dei Comuni gestori del Parco della Memoria “Casone del Partigiano”

Egr. Sig.ri,
siamo venuti a conoscenza che l’Ambito Territoriale di Caccia BO1 ha presentato formale richiesta, alla Provincia di Bologna, per aprire all’attività venatoria l’attuale Zona di Ripopolamento e cattura denominata “Rubizzano”, sita in Comune di San Pietro in Casale.
Tale zona comprende al suo interno anche l’area del Parco della Memoria “Casone del Partigiano”, in cui si effettueranno attività didattico-educative con afflusso di visitatori ed in particolare scolaresche, la pratica venatoria nell’area potrebbe essere fonte di pericolo e di disturbo per tale attività.
La Z.R.C. Rubizzano è inoltre contigua all’Oasi Provinciale di Protezione della Fauna delle ex risaie di Bentivoglio e San Pietro in Casale; da un punto di vista territoriale non vi è soluzione di continuità fra le due aree, le caratteristiche storiche ed ambientali sono del tutto simili, sono un unico territorio, fanno ambedue parte della zona ex risaia, andrebbero quindi gestite e tutelate unitariamente.
Vi è poi da dire che in base ad un accordo di collaborazione stipulato fra la nostra Associazione e l’Associazione Temporanea d’Impresa “La Rizza” (divenuta poi s.r.l., mantenendo però tutti gli impegni assunti dall’A.T.I.), che gestisce l’oasi dell’ex risaia, tutti i terreni nei Comuni di San Pietro in Casale e Bentivoglio di proprietà di componenti della s.r.l. sono entrati a far parte del sistema delle oasi del WWF Italia, gran parte dei terreni della Z.R.C. Rubizzano sono appunto di proprietà di uno di questi componenti e quindi sono oasi WWF a tutti gli effetti.

Sotto l’aspetto faunistico ed in particolare ornitologico la Z.R.C. è di eccezionale importanza, durante i nostri regolari controlli quasi giornalieri, ed in particolare durante i censimenti quali-quantitativi mensili dell’avifauna che vi svolgiamo da più di tre anni, censimenti di cui possiamo fornire i dati scientifici elaborati, sono state rilevate, in particolare durante l’ultimo anno ma non unicamente, concentrazioni di uccelli rapaci, e non solo, veramente incredibili, difficilmente riscontrabili in altre aree della nostra provincia e della nostra regione.

Si sono contati fino a 30 Poiane e 60 Gheppi e poi altri rapaci: Falchi pescatori, Nibbi reali, Nibbi bruni, Falchi di palude, Albanelle reali, Albanelle minori, Sparvieri, Aquile minori, numerosi Falchi cuculi, Smerigli, Lodolai, Falchi pellegrino, Gufi comuni, Gufi di palude, durante lo scorso inverno era inoltre presente una rarissima Poiana codabianca; erano anche presenti Cicogne nere e bianche, centinaia di Aironi cenerini, Aironi bianchi maggiore, Aironi guardabuoi (fino a 150) ed enormi stormi di Pivieri dorati (lo scorso inverno sempre un migliaio di individui) e di Pavoncelle (2000-3000 esemplari).
Riteniamo che la situazione ambientale venutasi a creare per la scarsa presenza umana, l’assenza di minacce e l’abbondanza di cibo vada mantenuta, anche perché è sotto gli occhi di tutti che sempre più persone vogliono zone naturali protette come questa.
Le maggiori concentrazioni di avifauna sono proprio presenti durante il periodo autunnale ed invernale, quando si attuerebbe l’attività venatoria, ovviamente ciò non consentirebbe la permanenza degli uccelli a causa dell’inevitabile disturbo.
La nostra Associazione in passato ha ripetutamente chiesto di allargare l’oasi delle ex risaie anche all’attuale Z.R.C. Rubizzano, richiesta a cui non fu mai data formale risposta e che ora, per tutti i motivi precedentemente esposti, reiteriamo; in subordine riteniamo si possa attuare un Centro Privato di Produzione Selvaggina (istituto in cui è comunque vietata la caccia), così come richiesto dai proprietari dei terreni, con però la prospettiva, in futuro, di ampliare anche ad esso l’oasi.

Contando in un accoglimento della nostra richiesta di tutela dell’area, e di conseguente non apertura dell’attività venatoria nell’attuale Z.R.C. Rubizzano porgiamo i migliori saluti.

Dante Bonazzi

San Giorgio di Piano, 12/05/2007.



 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.