home > > > 26) IL BOOM DELLE SECONDE CASETTE
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
26) IL BOOM DELLE SECONDE CASETTE
di Santino Zorzino  20/08/2007


Aveva una casetta piccolina dri da ca'...

Casine, casette, casotti, casuplini, casuplotti, capannucce, cabine da prato, verande, tettoie, porticati, pensiline, pergolati, gazebo, box per auto, forni e grill con camino, baracche per la legna, gabbiotti per cagnetti, megacucce tirolesi per cagnoni maremmani, di tutto, di più e chi più ne ha più ne metta.
Compaiono all'improvviso nel breve tempo di poche ore.
Non c'è pezzo di terra che ne sia privo, e se c'è aspettiamoci di vederne sorgere uno da un momento all'altro.
Il paesaggio sta mutando: l'alta concentrazione di edifici e la diffusione delle casetta di legno danno l'idea precisa della parola "fissumeri", usata dagli anziani per definire le nuove realtà urbane.
Gli spazi si restringono, si frazionano: nei condomini non esiste più il verde comune, sostituito da piccoli ritagli recintati ad uso privato, e nelle villette il prato è ridotto ad un francobollo.
E' ormai chiaro che l'acquisto di un minuscolo appezzamento scatena l'irrefrenabile bisogno di manifestare la nuova posizione sociale di "proprietario terriero", e per affermare l'indiscutibile autorità si metta in campo la propria capacità edificatrice.
Siccome "l'appetito vien mangiando", qualcuno prima o poi penserà di farsi una casettina abitabile, un monolocale con bagnetto, dove alloggiare gli amici per trascorrere insieme il fine settimana.
Naturalmente anche i vicini si sentiranno autorizzati a fare altrettanto, anzi di meglio, e così sorgeranno dei piccoli chalet, ciascuno con uno stile particolare secondo i gusti più disparati e con un tocco originale dettato dalla fantasia del proprietario.
Norma ha chiesto all'amico Geometra se ci sono delle regole da rispettare nell'istallazione di quei "cosi" ed ha saputo: <ci sono, eccome, ma per il momento si sorvola sulle irregolarità. Per il momento, poi quando l'edilizia rallenterà e ci sarà un calo nelle entrate comunali, è possibile che emanino un condono edilizio per sanare gli abusi, e se alle casse pubbliche non dovesse bastare, non è detto che venga introdotta l'Ici anche sui "cosi" di volume superiore al metro cubo>.
Anche Abelardo ha rivolto una domanda all'amico Geometra: < quando si progetta un edificio è possibile inserirvi degli spazi per ricoverare gli attrezzi o per tenere l'auto all'ombra senza occupare il giardino con casottini vari?>
<Ma certo che sì, però i costi delle abitazioni che sono molto alti crescerebbero troppo. Da anni si tende alla riduzione della superficie coperta, vedi le camere da letto di formato mignon o la sostituzione della cucina con l'angolo cottura. Oggi siamo arrivati ai minimi termini ed il prossimo passo sarà di spostare fuori all'aperto il gabinetto. Otterremo un buon risparmio e sarà un riaviccinamento alla natura oltre che un ritorno al passato.>
Ad Abelardo gli si è illuminato lo sguardo ricordando quand'era bambino ed il wc era nel cortile (un semplice buco per terra dentro ad un casottino con una tenda ricavata da un sacco al posto della porta), e di quell'epoca era una famosa canzone di Gino Latilla, "Casetta in Canadà", che oggi potrebbe fare così:
   Aveva una casetta piccolina dri da cà,
   con sedie e tavolini e quanto altro non si sa,
   e tutti i sangiorgesi che passavano di là
   dicevano che bella la casetta dri da cà.
   Ma un giorno il suo vicino una più bella ne comprò,
   e insieme a Biancaneve sette nani vi piazzò.
   Allora cosa fece? Voi tutti chiederete.
   Ma questa è la sorpresa che in segreto vi dirò.
   Lui fece il gabinetto alla casetta dri da cà,
   con water, lavandino e una vasca da pascià,
   e tutti i sangiorgesi che passavano di là
   dicevano:-stupendo il gabinetto dri da cà-,
   dicevano che bella la casetta driii daaa caaaà.

Fine, ciao.


 


 




 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.