home > > > 34) DOPO ELEZIONI
Argomenti
Arte Musica Spettacolo
E-commerce
NewEconomy
TOURS
STORIA
NEWS
Istituzioni
Sport
Attività
No Profit
Offerte Lavoro
COSTUME
MERCATINO
I nostri autori
Inserzionisti
Vai al Sito del
Comune di San Giorgio di Piano


Leggi la
Storia di S.Giorgio


Vita vissuta
nella bassa bolognese


Dona il 5x1000 e
un progetto cresce


Annunci Immobiliari
di vendita e affitto


Prima di comprare
Confronta i prezzi
34) DOPO ELEZIONI
di Santino Zorzino  03/08/2008


Controanalisi del voto, contro numeri birichini.

Scorrendo i risultati elettorali su un giornalino locale di approfondimenti politici, mi sono incuriosito nel vedere il grande divario tra la percentuale dei votanti del 2008 e quella del  2006. La mia sorpresa è in parte svanita quando ho controllato nel sito del Comune ed ho capito che erano stati mischiati i dati della Camera con quelli del Senato. Fatte le opportune correzioni è rimasta però una differenza degna di considerazione:

Camera 2006, iscritti 5556, voti validi 5078 =  91,39 %


Camera 2008, iscritti 6045, voti validi 5269 =  87,16 %


Differenza  4,23% che corrisponde (6045x 4,23) a 255 voti.


Ciò significa che quest’anno 255 sangiorgesi in più di due anni fa non hanno ritenuto opportuno andare a votare, o votare correttamente. Guarda caso, pura combinazione di numeri birichini, 255 sono esattamente i voti persi dalla Sinistra Arcobaleno. Sembra quasi che i numeri abbiano voluto oltrepassare la loro funzione puramente contabile per indicare chi sono questi concittadini renitenti al voto. Un’analisi seria però non si fa influenzare dalle combinazioni, tanto meno trascura questi elettori, soprattutto se l’astensione è caldeggiata da  movimenti di opinione capaci di riempire Piazza Maggiore come da anni non si vedeva (V-Day dell’8/9/2007), ed in grado di esprimere ideali che raccolgono molte adesioni nel mondo giovanile. Poi ci sono gli effetti di quella malapolitica che ha occupato gli scaffali delle librerie con ogni genere di denunce ed ancora il sistema elettorale che nega  il voto di preferenza e svilisce il ruolo del cittadino. L’insieme può aver contribuito ad allontanare la gente dai seggi. Di tutto ciò non c’è traccia nelle analisi del voto che finora  ho avuto modo di leggere.


Le mie sono soltanto ipotesi stimolate da numeri birichini che vorrebbero portarmi ad una facile conclusione. So che le analisi serie sono fatte dagli specialisti e richiedono molto più che una semplice tabella con i risultati elettorali, ma come si sa, spesso in politica tutti si sentono autorizzati a parlare di tutto, e una volta tanto ho voluto provarci anch’io.


Fine, ciao.


 




 Stampa   Segnala

PRO LOCO NEWS
SOMMARIO
CALENDARIO
Casa a Bologna
Tipologia

In vendita
In affitto
Cerca per comune
Cerca per area

Network-ItaliaCasa    EmiliaCasa.Info


1998-2015 ver. 3.8.0
PRIVACY POLICY
LAB.ud.COM s.r.l.